martedì, febbraio 27Istituto Giorgio Vasari Magazine

BULLISMO TRA I BANCHI DI SCUOLA

Noi, ragazze e ragazzi della 4APD, nel corso dello scorso anno, abbiamo somministrato ad alcune classi del biennio del nostro Istituto, un questionario anonimo per analizzare i vissuti riguardo al #bullismo, sia dal punto di vista delle vittime che degli aggressori.

 

Dai dati è emerso che un 20% degli alunni (4 ragazzi su una classe di 20!) ha subito prepotenze almeno uno  o due volte nel corso dell’anno scolastico, attraverso insulti, esclusione e perfino percosse.

Inoltre il 7% degli studenti ha riferito di subire discriminazione o violenza sistematicamente nel corso della settimana scolastica.

 

Circa il 45% degli studenti hanno compiuto atti di bullismo verso altri coetanei a scuola.

Inoltre, durante questi sondaggi abbiamo individuato che il cyberbullismo, ovvero le aggressioni tramite mezzi tecnologici, è principalmente proveniente da individui incontrati nell’ambito scolastico.

Le più diffuse forme di oppressione rilevate sono state: minacce, insulti su internet ed esclusione dai gruppi.

Mettendo a confronto i dati riguardanti vittime e bulli, troviamo un riscontro veritiero che conferma la frequenza dei soprusi.

E adesso ci rivolgiamo a te … TU COSA NE PENSI DEL BULLISMO? IL BULLISMO RAPPRESENTA DAVVERO UN PROBLEMA? QUALI SONO SECONDO TE I MOTIVI PER CUI AVVENGONO FENOMENI SIMILI?

 

DATI EMERSI QUESTIONARIO BULLISMO

Anno scolastico 2018/19

Campione: 8 classi del primo biennio dell’ISIS Giorgio Vasari (141 alunni)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Riflessione delle studentesse e degli studenti della classe 4 APD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *