sabato, dicembre 4Istituto Giorgio Vasari Magazine

Scienza e tecnologia

A lezione da Mattia Scafoglieri!

A lezione da Mattia Scafoglieri!

CopertinaUltimoNumero, Copertine, Immagini, Nostri lavori, Scienza e tecnologia, Technology, Tecnologia, Video
Dopo la vincita della borsa di studio del valore di 250 Euro di Mattia Scafoglieri,  uno dei studenti vincitori  del Liceo scientifico selezionati per il progetto "Magistr@", promosso dalla Società Terza Cultura in collaborazione con COSPE, Università degli studi di Firenze e il Dipartimento delle pari opportunità-Presidenza del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana svoltosi nell'anno scolastico 2020/2021, vediamo adesso i frutti di tale lavoro! Ecco il progetto realizzato e proposto da Mattia agli studenti e alle studentesse della scuola media Masaccio: Mattia Scafoglieri, "Conosciamo la programmazione- Come ragionano i nostri computer"?  Il Progetto prevede di formare gli studenti e le studentesse delle scuole medie e il nostro Mattia ha così reali
Popper: scienza, palude e palafitte

Popper: scienza, palude e palafitte

2020, Breaking News, CopertinaUltimoNumero, Copertine, Nostri lavori, Scienza, Scienza e tecnologia, Senza categoria, Società
Alcuni studenti e studentesse del Liceo scientifico di scienze applicate dell'Istituto hanno partecipato alle gare di Olimpiadi di filosofia con un saggio filosofico elaborato a partire da alcune tracce scelte dalla commissione dipartimentale di filosofia, rispettivamente dalle docenti Maddalena Mancini e Agata Maugeri. Qui di seguito riportiamo uno dei due saggi vincitori svolto dallo studente Mattia Benincasa della classe 4 BLA, la quale parteciperà alle successive gare regionali del concorso suddetto. La traccia di indirizzo teoretico è la seguente: “La base empirica delle scienze oggettive non ha dunque in sé nulla di “assoluto”. La scienza non posa su un solido strato di roccia. L’ardita struttura delle sue teorie si eleva, per così dire, sopra una palude. É come un edificio cos
Epicuro e la felicità

Epicuro e la felicità

2020, Breaking News, CopertinaUltimoNumero, Copertine, Libri, Nostri lavori, Scienza, Tecnologia
Alcuni studenti e studentesse del Liceo scientifico di scienze applicate dell'Istituto hanno partecipato alle gare di Olimpiadi di filosofia con un saggio filosofico elaborato a partire da alcune tracce scelte dalla commissione dipartimentale di filosofia, rispettivamente dalle docenti Maddalena Mancini e Agata Maugeri. Qui di seguito riportiamo uno dei due saggi vincitori svolto della studentessa Azzurra Cuomo della classe 5 BLA, la quale parteciperà alle successive gare regionali del concorso suddetto. La traccia di indirizzo morale è la seguente: “Non indugi il giovane a filosofare, né il vecchio se ne stanchi. Nessuno mai è troppo giovane o troppo vecchio per la salute dell'anima, chi dice che l’età per filosofare non è ancora giunta o è già trascorsa, è come se dicesse che non è
“Educare al presente” – Progetto Fondazione Palazzo Strozzi

“Educare al presente” – Progetto Fondazione Palazzo Strozzi

2018#1, 2019, 2020, CopertinaUltimoNumero, Copertine, Scienza, Tecnologia, Video
Tra gennaio e febbraio la classe 4APD ha partecipato a un progetto didattico promosso dalla Fondazione Palazzo Strozzi incentrato sul rapporto tra uomo, ambiente e risorse naturali. Il percorso ha previsto tre incontri, della durata di due ore ciascuno, realizzati in classe e condotti da educatori museali specializzati e da esperti di ambito scientifico, in presenza della professoressa Maria Cristina Butini e del Professore Giampaolo De Luca. I primi due incontri hanno offerto agli studenti l'opportunità di riflettere su alcune tematiche legate all'ambiente e all'utilizzo delle risorse naturali da parte dell'uomo. In particolare è stato messo in evidenza il rapporto che esiste tra ciò che definiamo opera d'arte e in generale le opere dell'ingegno umano. A partire da questa riflessione,
Progetto robotica 3BLA Isis Vasari

Progetto robotica 3BLA Isis Vasari

2018, 2018#1, Nostri lavori, Scienza e tecnologia, Tecnologia
Durante quest’anno scolastico i ragazzi della 3B Liceo, con l’aiuto della professoressa Nocentini, sono riusciti a costruire un robottino in grado di risolvere il cubo di Rubik. Grazie ad un sensore ottico e vari sistemi meccanici, questa macchina è capace di rilevare lo schema di colori di un qualsiasi cubo, per poi, in seguito,  calcolarne le mosse necessarie alla risoluzione. In circa due minuti, è in grado di arrivare alla soluzione del rompicapo, grazie ad una base ruotante ed un braccio meccanico. Il cubo verrà infine restituito completamente risolto!   During this school year class 3B Liceo, helped by their teacher Mrs Nocentini, built a small robot capable of solving Rubik’s cube. Thanks to an optic sensor and to various mechanic systems, this machine can perceive the
Robotica e futuro tra istruzione, ricerca e mondo del lavoro

Robotica e futuro tra istruzione, ricerca e mondo del lavoro

2018, 2018#1, Cronaca e società, Cronaca out, Nostri lavori, Scienza e tecnologia, Scrittura, Società, Tecnologia
Al giorno d’oggi, ormai, la tecnologia è diventata parte integrante della nostra quotidianità. La maggior parte di noi ha a che fare continuamente con smartphone, computer e programmi di vario tipo presenti su tali piattaforme, al punto tale da rendere la cosa più che normale, se non banale. Tuttavia, il fenomeno della costante espansione e del progresso tecnologico nell’ambito della robotica è un argomento che merita particolare attenzione, proprio perché sta occupando sempre più spazio nelle vite di tutti noi, già sin dalla più tenera età. La citazione “l’applicazione della robotica ai fini educativi è una tendenza in continua crescita anche nel nostro paese”(dal documento 1), infatti, mi trova pienamente concorde. Seguendo la scia degli Stati Uniti, che sono stati tra i primi ad
I robot nella quotidianità

I robot nella quotidianità

2018, 2018#1, Nostri lavori, Scienza, Scienza e tecnologia, Scrittura, Società, Technology, Tecnologia
Al giorno d’oggi è sempre più frequente sentir parlare di robot, utilizzati in svariati modi, perfino nella scuola, infatti “l’applicazione della robotica a fini educativi è una tendenza in continua crescita e sta attirando sempre di più l’attenzione da parte dei docenti” (dall’articolo di Fabiana Bertazzi, Sulla robotica educativa). Fino ad ora queste macchine venivano utilizzate soltanto in alcuni ambiti, ma oggi è molto frequente trovare dei piccoli robot tra i giochi dei bambini o, comunque, tra oggetti di uso quotidiano. Viviamo sempre più a contatto con essi che, oramai, riescono ad avere un aspetto molto simile al nostro grazie alla Soft Robotics, con la quale si riesce a costruire i robot “con materiali morbidi e deformabili, in grado di interagire con gli esseri umani” (dal sito
Clima o uomo: a chi spetta guidare il destino del nostro Pianeta

Clima o uomo: a chi spetta guidare il destino del nostro Pianeta

2018, 2018#1, Cronaca e società, Nostri lavori, Scienza e tecnologia, Scrittura, Società
Prima della comparsa sulla Terra dell’austrolopiteco, il nostro antenato primordiale, ogni catastrofe naturale accadeva prevalentemente per cause di natura extra-terrestre. Al giorno d’oggi, invece, sembra proprio che la minaccia per una nuova catastrofe naturale (stavolta con probabili conseguenze a lungo termine) provenga niente meno che dall’interno, come la tossina prodotta da un virus in un organismo. E ragionando per esclusione, si può giungere alla conclusione che noi, l’umanità, siamo il virus, e la tossina che diffondiamo altro non è che la nostra azione: gli effetti collaterali della nostra cosiddetta “impronta ambientale” legata ad implementazioni tecnico-industriali come fabbriche, discariche, ciminiere, mezzi di trasporto, persino bombolette spray, stanno alterando l’equilibri
I cambiamenti climatici: un problema che possiamo risolvere

I cambiamenti climatici: un problema che possiamo risolvere

2018, 2018#1, Cronaca e società, Cronaca out, Nostri lavori, Scienza e tecnologia, Scrittura
Negli ultimi anni si è molto sentito parlare di cambiamenti climatici e di come questi possono essere un grave problema per l’umanità e per il nostro pianeta. Questi cambiamenti, infatti, sono arrivati ad uno stadio avanzato, ma per fortuna si può rimediare: le loro origini si possono ricondurre all’attività umana e, proprio per questo, l’uomo può ancora intervenire per limitarne gli impatti più disastrosi. Il problema principale riguardante il cambiamento climatico in atto è il riscaldamento globale: esso, come si può intuire dal nome, è l’aumento della temperatura media del pianeta, che sta raggiungendo livelli critici. Nel grafico che registra le temperature medie sulla Terra ed il loro andamento negli anni, possiamo vedere come, negli ultimi decenni, esse siano in costante aumento, e