martedì, settembre 27Istituto Giorgio Vasari Magazine

Autore: Redazione Vasari Magazine

Riflessioni di una diciassettenne solitaria

Riflessioni di una diciassettenne solitaria

2018, 2018#1, 2019, 2020, CopertinaUltimoNumero, Copertine, NewsIstituto, Nostri lavori, Scrittura
Come fare a scacciare via il dolore? Da sempre mi ritengo una ragazzina particolare e a occhi esterni appaio piuttosto triste. Quando mia madre mi racconta come fossi da piccola, rivedo la stessa persona di oggi: solitaria e “diversa” da chi mi circonda. Non so se i miei stati d’animo siano da attribuire a rabbia repressa o a qualcosa che affonda le radici nell’infanzia. Di certo riesco a scorgere nel mondo solo tanta negatività, cosa questa che influenza le mie emozioni e i miei sentimenti. Penso sempre al peggio, forse anche per evitare delusioni. Ricordo momenti in cui mi sono sentita vuota, priva di voglia di fare, senza la volontà di mettere piede fuori casa e, se questo accadeva, me ne stavo impietrita in un angolo con la sensazione di essere abbracciata dal buio. Solo una cosa ri
Astolfo sulla luna e il senno perduto di Orlando

Astolfo sulla luna e il senno perduto di Orlando

2018#1, 2019, CopertinaUltimoNumero, Copertine, Nostri lavori
  Gli alunni della 4 ATC Luisa Zaccarelli e Samuele Battaglia hanno realizzato due elaborati in cui rivisitano in forma personale l'episodio dell' "Orlando Furioso" che descrive Astolfo che va sulla luna a riprendere il senno di Orlando.  I due testi selezionati sono il prodotto di una esercitazione di letteratura italiana svolta dall'intera classe in merito alla seguente traccia assegnata dalla docente Marianna Fusco: "La parte dell’ “Orlando Furioso” dedicata ad Astolfo sulla luna è una delle più affascinanti del poema. L’immagine è quella di un paladino che si reca sulla luna per recuperare il senno perduto di Orlando furioso, e lassù trova enormi distese senza fine delle cose perse dagli uomini durante la loro vita. A chi non è mai successo di farsi domande sulla fine che fa

BULLISMO TRA I BANCHI DI SCUOLA

2019, Nostri lavori
Noi, ragazze e ragazzi della 4APD, nel corso dello scorso anno, abbiamo somministrato ad alcune classi del biennio del nostro Istituto, un questionario anonimo per analizzare i vissuti riguardo al #bullismo, sia dal punto di vista delle vittime che degli aggressori.   Dai dati è emerso che un 20% degli alunni (4 ragazzi su una classe di 20!) ha subito prepotenze almeno uno  o due volte nel corso dell’anno scolastico, attraverso insulti, esclusione e perfino percosse. Inoltre il 7% degli studenti ha riferito di subire discriminazione o violenza sistematicamente nel corso della settimana scolastica.   Circa il 45% degli studenti hanno compiuto atti di bullismo verso altri coetanei a scuola. Inoltre, durante questi sondaggi abbiamo individuato che il cyberbullismo,
L’Inferno di Dante, gli ignavi, e l’Inferno di Primo Levi

L’Inferno di Dante, gli ignavi, e l’Inferno di Primo Levi

2018#1, 2019, Immagini, Nostri lavori
Durante le lezioni di letteratura abbiamo letto il Canto III della Divina Commedia, nel quale sono presentati gli ignavi, coloro che in vita non si sono mai schierati con un’idea propria né nel bene né nel male, ma hanno seguito solo l’idea del più forte. Dante, incontrandoli per primi, collocandoli nell’Antinferno e descrivendoli come un’immensa folla di peccatori che mai fu vivi (cfr. Inf. III, v. 64), vuole trasmettere l’idea che la folla di umani senza colpa e senza meriti rappresenta la maggioranza delle persone. Dante disprezza questi uomini che sono confinati in un luogo oscuro perché non sono accettati né da Dio né da Lucifero. Virgilio, la guida del poeta, dice di non degnarli di troppa attenzione: non ragionam di lor, ma guarda e passa (cfr. Inf. III, v. 51). Nella discussi
LA FABBRICA DELLE DOLCI TRADIZIONI

LA FABBRICA DELLE DOLCI TRADIZIONI

2018#1, 2019, Immagini, Nostri lavori
LA FABBRICA DELLE DOLCI TRADIZIONI Durante il nostro viaggio attraverso le regioni colpite dal terremoto del 2016 (Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio) abbiamo incontrato per strada gli abitanti di questi luoghi e ad uno di loro, un cittadino di Montemonaco (in provincia di Ascoli Piceno), un giornalista ha fatto delle domande. GIORNALISTA: Quali dolci, torte o altre prelibatezze ci consigliate di portare a casa? CITTADINO: Sono i profumi che si sentono mentre si passeggia tra le vie a convincere le persone ad entrare nei negozi per comprare qualche cosa. GIORNALISTA: In effetti si sente odore di pane appena sfornato. CITTADINO: Viene dal forno che qui sulle montagne di Montemonaco è diventato “leggenda”. GIORNALISTA: Ho sentito parlare delle “sise delle monache”. Ma di cosa
L’AMORE ABBATTE LE DIVERSITA’.

L’AMORE ABBATTE LE DIVERSITA’.

2018#1, 2019, Immagini, Nostri lavori
L’AMORE ABBATTE LE DIVERSITA’. E’ bello guardarsi negli occhi e dirsi: “SIAMO UGUALI” . Spesso ci si chiede cosa voglia dire la parola “RAZZISMO”. Già nel termine stesso è insita un’ idea di disprezzo e di odio nei confronti del “diverso” per razza, religione, cultura e, soprattutto, colore di pelle. Ma può davvero esistere una razza superiore all’altra? Non si può né si deve accettare un simile pensiero, ingiusto e sbagliato. Possibile che esso abbia trovato dimora nei cuori pieni di odio di alcuni essere umani? E’ necessario combattere questa visone distorta e malata della realtà e lottare per un mondo diverso, semplicemente bello. Solo attraverso l’amore si può sconfiggere l’odio: è’ questa la lezione che ci ha lasciato Mahatma Gandhi, l’esempio a cui tutti do
I GIOVANI E L’ANORESSIA.

I GIOVANI E L’ANORESSIA.

2018#1, 2019, Immagini, Nostri lavori
I GIOVANI E L’ANORESSIA. Oggi i problemi legati all’alimentazione affliggono molti adolescenti. Basti pensare all’anoressia, ancora tanto diffusa tra le giovani donne e che ha come conseguenza più evidente la perdita eccessiva di peso. È un disturbo piuttosto complesso e, per certi versi, “misterioso”. Sicuramente, però, alcune cause vanno rintracciate in difficoltà psicologiche e sociali. Certamente un fattore da considerare è rappresentato dai media e dal modo che essi hanno di influenzare alcuni individui. Purtroppo delle volte passano messaggi negativi, come per esempio quello che vestire taglie ridotte fa apparire belli oppure fa sentirsi accettati dal “gruppo”. Come si può, tuttavia, permettere che tutto ciò influenzi la vita quotidiana dei ragazzi? Eppure troppi canoni vengono “i
È COLPA DI SFERA E_BASTA ?

È COLPA DI SFERA E_BASTA ?

2018#1, 2019, Immagini, Nostri lavori
È COLPA DI SFERA E_BASTA ? Lo scorso 8 dicembre sei ragazzini e una giovane mamma hanno perso la vita in una discoteca di Corinaldo, in provincia di Ancona, a causa di uno spray urticante, durante il concerto del rapper Sfera Ebbasta. Le vittime sono rimaste schiacciate nella calca mentre tentavano di fuggire dal locale. Contro il cantante si è scagliata una mamma, che lo ha accusato di essersi presentato nel posto in questione molte ore dopo rispetto a quanto prestabilito e, in qualche modo, di aver avuto un ruolo in questa brutta faccenda. Infatti, dopo la strage, sono finiti sotto accusa anche i testi delle sue canzoni che, secondo alcuni, istigherebbero all’uso di droghe. Sicuramente il rapper è oggi uno dei più conosciuti dagli adolescenti, ed è comprensivo il fatto che alcuni geni