martedì, gennaio 31Istituto Giorgio Vasari Magazine

Technology

Elit scripta volumus cu vim, cum no vidit prodesset interesset. Mollis legendos ne est, ex pri latine euismod apeirian. Nec molestie senserit an, eos no eirmod salutatus.

A lezione da Mattia Scafoglieri!

A lezione da Mattia Scafoglieri!

CopertinaUltimoNumero, Copertine, Immagini, Nostri lavori, Scienza e tecnologia, Technology, Tecnologia, Video
Dopo la vincita della borsa di studio del valore di 250 Euro di Mattia Scafoglieri,  uno dei studenti vincitori  del Liceo scientifico selezionati per il progetto "Magistr@", promosso dalla Società Terza Cultura in collaborazione con COSPE, Università degli studi di Firenze e il Dipartimento delle pari opportunità-Presidenza del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana svoltosi nell'anno scolastico 2020/2021, vediamo adesso i frutti di tale lavoro! Ecco il progetto realizzato e proposto da Mattia agli studenti e alle studentesse della scuola media Masaccio: Mattia Scafoglieri, "Conosciamo la programmazione- Come ragionano i nostri computer"?  Il Progetto prevede di formare gli studenti e le studentesse delle scuole medie e il nostro Mattia ha così reali
I robot nella quotidianità

I robot nella quotidianità

2018, 2018#1, Nostri lavori, Scienza, Scienza e tecnologia, Scrittura, Società, Technology, Tecnologia
Al giorno d’oggi è sempre più frequente sentir parlare di robot, utilizzati in svariati modi, perfino nella scuola, infatti “l’applicazione della robotica a fini educativi è una tendenza in continua crescita e sta attirando sempre di più l’attenzione da parte dei docenti” (dall’articolo di Fabiana Bertazzi, Sulla robotica educativa). Fino ad ora queste macchine venivano utilizzate soltanto in alcuni ambiti, ma oggi è molto frequente trovare dei piccoli robot tra i giochi dei bambini o, comunque, tra oggetti di uso quotidiano. Viviamo sempre più a contatto con essi che, oramai, riescono ad avere un aspetto molto simile al nostro grazie alla Soft Robotics, con la quale si riesce a costruire i robot “con materiali morbidi e deformabili, in grado di interagire con gli esseri umani” (dal sito